LA VITA DI UNO STUDENT-ATHLETE

Per un giovane tennista che abbia aspirazioni di professionismo o che abbia semplicemente il desiderio di praticare questo sport ad alto livello, senza rinunciare allo studio e senza dover affrontare sacrifici economici insostenibili, il College Tennis può rappresentare uno sbocco ideale. Per un futuro professionista, come dimostrato da John Isner o dai gemelli Bryan, il College Tennis può essere un momento di crescita e di miglioramento sul piano tecnico, tattico, fisico e mentale; per tutti gli altri è una possibilità di accesso al sistema universitario statunitense che può dare grandi possibilità lavorative e di sviluppo sul piano personale e intellettuale.

I famosi campionati universitari NCAA (ma esistono anche altre organizzazioni con sigle come la NAIA) consentono ogni anno a migliaia di "student-athletes" provenienti da ogni parte del mondo di confrontarsi gli uni con gli altri e difendere i colori del proprio college/università in un ambiente sano ed internazionale, dove la correttezza e il rispetto sono valori assoluti.

Ovviamente il panorama NCAA è molto variegato, da un lato c'è la Division I, che per sport come il Basket, il Football o il Baseball può essere davvero considerata come una serie cadetta e una fucina imprescindibile di talenti da cui attingere attraverso la formula del "draft". Poi ci sono le NCAA Division II, III, la NAIA, NCJAA, NCCAA. In alcune di queste il livello di uno sport come il tennis può essere ancora molto alto, perché esistono sempre borse di studio basate su meriti sportivi. In NCAA Division III invece non essendo previste borse di studio di questo tipo, ma solo per meriti accademici, l'accesso è limitato quasi sempre ai soli studenti americani salvo che lo sportivo straniero non sia anche un bravissimo studente.

Quello che non cambia mai a qualsiasi livello NCAA è la qualità di infrastrutture, che sono all'avanguardia, ed il trattamento degli student-athletes, che sono ritenuti speciali, in quanto difendono i colori del proprio college/università. È così possibile trovare stadi o impianti sportivi enormi, ampi spazi dove si trovano i campi di allenamento delle varie discipline sportive, nonché enormi padiglioni indoor che nelle aree più fredde consentono comunque di praticare lo sport tutto l'anno. La cosa curiosa è che i college più importanti si trovano normalmente lontano dalle grandi città, in zone rurali dove però sorgono tutte queste strutture che risultano totalmente sproporzionate rispetto al contesto in cui si trovano.

Durante le lezioni gli student-athletes godono di un sistema di agevolazioni, che va da tutor che aiutano lo studente che ha dovuto saltare le lezioni per impegni sportivi, alla maggiore flessibilità e supporto da parte dei professori. Altre due prerogative importanti dello studio negli USA sono la frequenza obbligatoria alle lezioni (salvo appunto impegni sportivi) e l'obbligo di studiare e preparare per la lezione successiva gli "assignments" (compiti).

Per un tennista il College tennis significa avere a disposizione impianti di alto livello come campi, palestre, piscine, il tutto anche indoor e mantenuto in condizioni perfette. Significa anche avere accesso a medici, fisioterapisti e massaggiatori sempre pronti a supportare l'atleta e ad aiutarlo quando necessario. Molto comodo è anche il servizio di incordatura, oltre a contratti per racchette e corde. Tutti gli student-athletes ricevono in oltre tantissimo materiale sportivo da usare in allenamento o durante gli incontri.

Per un tennista che si affaccia al professionismo una stagione può costare migliaia di euro tra allenamenti, viaggi e tornei. In NCAA non ci sono spese di alcun tipo. Durante la stagione, da Gennaio a Maggio, ci si allena e si viaggia con il proprio team, è il momento dei match a squadre tipici del NCAA. Il livello è alto e c'è sempre un ottima cornice di pubblico. Da fine Agosto a Dicembre, durante la "fall season" ci sono i tornei individuali e di doppio a cui un tennista può essere invitato o mandato dal proprio college. Se il programma tennistico è di alto livello si può anche avere la possibilità di partecipare a eventi ITF, ATP Challenger e Wild Card per ATP o WTA . Tutto questo senza però la possibilità di prendere alcun dollaro del prize money.

Questa è forse l'unica anomalia del NCAA. Gli atleti hanno lo status di amatori e non possono guadagnare prize money dai tornei in cui partecipano salvo perdere il proprio status di "amateur" e diventare PRO a tutti gli effetti. Considerando gli alti costi di frequenza di un college (si possono superare abbondantemente i 50.000 $ a semestre) e che quindi il valore delle borse di studio è molto elevato, questa regola dell' "amateur status" è più che comprensibile.

Alessandro du Bessè

TS COLLEGE TENNIS

TS College Tennis offre a tutti i tennisti italiani un servizio studiato nei minimi particolari, che aiuta gli atleti ad entrare nelle università USA passo dopo passo.

  • TS College Tennis
  • +39 0473 230097
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Via Leichter, 28 • I-39012 Merano (BZ)

ORARI D'APERTURA

  • LUNEDÌ9 - 12 h / 15 - 18 h
  • MARTEDÌ9 - 12 h / 15 - 18 h
  • MERCOLEDÌ9 - 12 h / 15 - 18 h
  • GIOVEDÌ9 - 12 h / 15 - 18 h
  • VENERDÌ9 - 12 h / 15 - 18 h
  • SABATO9 - 12 h
  • DOMENICAUfficio chiuso

SOCIAL MEDIA

Trovate TS COLLEGE TENNIS sui seguenti social media:

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.